Da Zero a cinque (metri)

Il Movimento 5 Stelle pare voglia candidare (previa democratica scelta on-line sui server di Casaleggio) a Presidente della Repubblica Dario Fo.
A me “il giullare” sta simpatico, è un grandissimo attore e ha una cultura umanistica invidiabile. Però, dico, ci dovrebbe rappresentare anche in campo internazionale, magari con gli Usa. E come facciamo a mandare in giro uno che nel documentario di Giulietto Chiesa ‘Zero’ sull’ 11 settembre diceva cose (panzane) come queste?

 

*grazie a Paolo Attivissimo  (che ha realizzato il video) e al blog Undicisettembre per il video e per l’immenso lavoro fatto negli anni.

Annunci

6 pensieri su “Da Zero a cinque (metri)

  1. Scusami se passo ancora per il tuo blog, colpa delle notifiche che non ho ancora disabilitato, I’m sorry. E’ che la tua fiducia nella scienza ufficiale, nella professionalità dei media, e la tua avversione a tutto quello che odora di controcultura, mi fa sorridere amaramente. In ogni caso a riguardo di questo post ho letto molto materiale, come presumo abbia fatto tu. Ora non voglio ingaggiare una battaglia ideologica, se no non la finiamo più. Dico solo questo. Per fonte quasi diretta, cioè mio conoscente che sente gente americana, ti posso dire che tantissimi americani, vittime dirette di quello che è successo, sono i primi a considerare l’11 settembre una stronzata colossale. Poi personalmente dal punto di vista ingegneristico io ho letto molte opinioni a conferma della stronzata, ma ammettendo anche che quegli ingegneri abbiano torto, dal punto di vista politico ad Osama Bin Laden ci crede ancora meno gente.

    Ps: non domandarmi bibliografia, link, fonti etc… Sai benissimo anche tu che il materiale di qualsiasi opinione sull’argomento è vastissimo e non ho proprio tempo per a compilare una bibliografia per te. Ho lasciato un commento così perché mi andava di farlo e word press lo permette.

    Ciao e buona giornata.

    PS2: se rispondi per ingaggiare una battaglia di idee, sappi che non partecipo di default…

    Mi piace

  2. bé con uno che già dall’incipit non vuole discutere ma solo portare avanti le sue tesi non ingaggio un bel nulla. Buona giornata a te.

    Mi piace

    • Eh va beh proviamo il dibattito allora! Allora il buco al pentagono proprio grazie a questo video, ringrazio anch’io Paolo, si vede benissimo che sia per dimensione che forma stessa non è quello di un’aereo. Cioè io vedo un foro quasi circolare quando gli aerei al world trade center non hanno aperto una breccia di quel tipo e poi proprio grazie alle dimensioni dei soccorritori si vede che non è relazionabile ad un aereo. Poi aggiungo altre cose a random che mi vengono in mente; dove si è schiantato il quarto aereo quello che non ha colpito nessun obbiettivo, invece di trovare la classica scena da incidente aereo, ossia carcassa distrutta, pezzi di motore, e così via, hanno solo trovato una poltiglia di frammenti miniaturizzati su una superficie di terrenno molto contenuta.Ma va beh andiamo dagli aerei alle torri, cosa rispondi agli ingegneri che affermano che i travi d’accaio di cui erano costituite le torri fondono ad una temperatura superiore a quella massima sviluppata dall’incendio provocato dagli aerei? Cosa mi dici dei piloti di caccia fatti alzare in volo lasciati senza ordini per 20 minuti, e questi poveretti in volo senza sapere niente si sono diretti verso l’Altantico presumendo che una minaccia arrivasse da altri stati, per non parlare comunque degli ordini di decollo tardivi? Lo sapevi che proprio l’11 settembre era in programma e in corso una grossa esercitazione militare sui cieli, che probabilemente ha creato una grossa confusione a chi sorvegliava i cieli? Che coincidenza proprio l’11 settembre.

      Sia chiaro, tutte queste domande non perchè voglio avere ragione ma solo per fare capire chi mette in dubbio sulla versione uffuciale della storia, non per passione alla cospoirazione o per caccia alle streghe,ma perchè notiamo delle cose che veramente sono incogruenti e non ci sconvolge sapere che la storia raccontata è solo un’aspetto del tutto.

      Cambiando proprio campo per trovare una cosa che magari sei d’accordo anche tu. Prendi la stotria della resistenza in Italia, ormai moltissimi sanno che finita la guerra gruppi di partigiani hanno compiuto delle ritorsioni sanguinarie ai danni di famiglie con militanti del partito fascista, vere proprie esecuzioni sommarie al pari di quelle fasciste, ma questo fatti non si possono dire perchè è revisionismo, i partigiani devono passare come gli angeli buoni, e io fino a qualche hanno fa conoscevo, quindi, una parte fasulla della storia o comunque imparziale.

      Mi piace

      • Le tue domanda trovano tutte documentata risposta nelle Faq del sito Undicisettembre (e le spiegazioni negli articoli di dettaglio). Sulla questione dei partigiani: converrai che il problema è un po’ diverso? Parliamo di una guerra civile dopo anni di dittatura contro una presunzione di auto attacco per giustificare una guerra esterna. Inoltre quanto fatto dai partigiani è documentabile, quanto sostenuto nelle teorie alternative all’11/09 sono frutto di supposizioni spesso mal supportate dal lato scientifico/storico e ingegneristico. Che l’amico del tuo amico creda che tutta la vicenda sia una stronzata non significa che la vicenda sia una stronzata.

        Mi piace

  3. Ho un po’ guardato le Faq del sito che mi ha detto. Beh, tutto assolutamente opinabile, però non sono interessato a stabilire chi ha ragione o no. Ognuno si tenga la propria e bene così. Mi chiedo solamente come mai gli esperti e gli ingegnieri che avvallano la tesi ufficiale sono dei professionisti, mentre gli altri sono degli incompetenti assoluti, non lo so, boh?!

    Beh, comunque, mi sta più a cuore, invece, la presunta ingenuità del mio amico e delle persone che sente. Qua non si tratta di essere creduloni, ma si tratta soltanto di condividere impressioni con gente che è stata direttamente coinvolta e che vede le incoungruenze che vediamo anche noi. Devi tenere conto poi che gli americani sono governati da in establishment che ha sempre raccontato una marea di balle per giustificare le guerre dei propri interessi economici. Prendi il caso dell’Iraq e delle presunti armi di distruzione di massa, una bufala colossale. Ho messo da parte un po’ di pigrizia e ti ho tirato fuori un link:

    http://www.repubblica.it/2005/a/sezioni/esteri/iraq40/usaadm/usaadm.html

    giusto per farti capire cosa è in grado di fare il governo americano. Per non parlare della CIA, infiltrata nei governi di mezzo mondo per influenzare le politiche di stati sovrani, vedi anche a casa nostra col caso Aldo Moro

    http://archivio900.globalist.it/it/articoli/art.aspx?id=8239

    Quindi, in sostanza, ci sono tanti americani che sono stufi di farsi prendere per il culo, non è una questioni di essere creduloni. Riguardo all’11 settembre le diverse posizioni sono proprio contrastanti, e inutile stare a discutere su una materia altamante suscetibile dal punto di vista con la quale la si guarda. Pace e amen…

    Chiudo tornando brevissimamente (è italiano corretto?) al tuo articolo precedente. Dai un occhio alla copertina del numero 534 della rivista Le Scienze, che magari conosci già. Giuro che non ci sono andato in cerca, mi è capitata sotto occhio!!

    http://antoniogenna.com/2013/02/07/edicola-le-scienze-n534-febbraio-2013-fidarsi-di-big-pharma/

    Saluti.

    Mi piace

    • Ma, guarda che io credevo ed ero assolutamente convinto che Giulietto Chiesa fosse l’unico a dire la verità fino a 3 anni fa! Non mi interessa credere o meno a una o all’altra teoria, mi interessa che le teorie abbiano un supporto e, man mano che ho approfondito l’argomento, ho visto sciogliersi come neve al sole le baggianate di Chiesa & Co. Sulle opinioni di chi ha vissuto il disastro: sono opinioni e sensazioni, legittime, ma non mi sono utili, se non supportate da prove o indizi concreti, a ricostruire la verità storica. Per quel che riguarda la guerra all’Iraq, che le armi di distruzione di massa non ci fossero lo si sapeva e lo si sa con certezza da rapporti Onu.

      Quel che dice qualcuno di quelli che hanno subito l’attentato messo come lo metti tu è frutto di sensazioni ma, senza prove,non serve per costruire una verità storica.

      Tutto qui. Non mi interessa credere a questo o a quello. Credo in quel che si dimostra più plausibile. Purtroppo la teoria del complotto porta una giustificazione molto semplice che attira e di cui ho subito il fascino. Ma se si va più a fondo, crolla tutto e, ti assicuro, è stata una bella delusione anche per il rispetto che avevo per Giulietto Chiesa.

      Mi piace

Dì la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...